Torna al blog

La poesia della luce senza fili

Eleganti ma informali, preziose ma allo stesso tempo versatili, decorative ma anche funzionali, capaci di illuminare ogni ambiente e allo stesso tempo di arredarlo con gusto e personalità. Le luci senza fili hanno conosciuto un grande successo negli ultimi anni perché capaci di assecondare le esigenze diverse in ambito residenziale ma non solo.

La flessibilità degli ambienti, la necessità di riconfigurare degli spazi, la volontà di trasformare i luoghi dell’abitare in nidi accoglienti e sicuri, invitanti e gioiosi, hanno spinto la diffusione di queste lampade nomadi, apparecchi ricaricabili con una buona autonomia che liberati dal vincolo del filo diventano amici da portare con sé.

Illuminare in modo sofisticato

Lampade da tavolo, che possono illuminare in maniera sofisticata una cena in un living o una scrivania per un’attività di smart working. Lampade da terra, che possono rendere funzionale e creare atmosfera nella zona notte ma anche illuminare uno spazio outdoor, un giardino, un ambiente all’aperto. Apparecchi che assolvono alla propria funzione grazie a una tecnologia sofisticata, a sorgenti evolute e a basso consumo, a materiali di alto livello, resistenti, duraturi. Lampade che arredano con la propria presenza, che alle volte scompaiono nella stanza per lasciare alla luce il ruolo da protagonista o al contrario risaltano con forme vivaci, colori brillanti, cromie accese.

Le luci senza fili, alimentate con batterie più o meno potenti, sono uno specchio dell’identità e della personalità di chi le utilizza, sono presenze fidate che donano sicurezza, accendono la fantasia, generano sorpresa. Sono leggere, perché devono essere facilmente trasportate da chiunque, hanno solitamente un ingombro contenuto, perché devono essere posizionate anche in spazi piccoli, sono flessibili perché possono assumere configurazioni e geometrie diverse.

Le magiche soluzioni di Davide Groppi

Come le proposte di davidegroppi, precursore di questa tipologia di lampade e da sempre riconoscibile per la capacità di esprimere una poesia della luce che va al di là del semplice scopo di illuminare. Soluzioni magiche, piccole “macchine luminose”, gioielli di luce come Bugia, un piccolo cilindro che emana una straordinaria luce diffusa o Tetatet, che impreziosisce ogni tavolo con la sua base magnetica e la capacità di generare una luce discreta ma elegante, illuminando il piano, gli oggetti che vi sono posizionati e diffondendosi nell’ambiente.

luci2.jpg

luci1.jpg

La praticità di Flos

Lampade portatili che diventano lanterne moderne, ridefinendone la forma ma riproponendone l’essenza, come per In Vitro di Philippe Starck per Flos. Un piccolo volume di luce, uno scheletro metallico che protegge un bulbo di vetro al suo interno che custodisce la fonte luminosa. Dotata di una pratica maniglia per trasportarla in ogni ambiente, anche all’esterno, e illuminare con fascino ed eleganza ambienti costruiti dall’uomo o “disegnati” dalla natura.

luci3.jpg

Le affascinanti geometrie di Artemide

Spesso sintesi di geometrie pure e volumi nitidi queste lampade illuminano dettagli, evidenziano materiali, delineano percorsi, pongono l’attenzione su particolari nascosti. La perfetta O di Artemide progettata da Alejandro Aravena si inserisce come un portale di luce, o meglio un anello nella sua versione mobile e di dimensioni contenute che racchiude una luce morbida e diffusa.

luci4.jpg

Sofisticate luci e ombre di Vibia

Presenze discrete, oggetti multifunzione, come Meridiano di Vibia che con la sua solida struttura in acciaio diventa una comoda seduta da posizionare all’esterno ma anche un pratico tavolino illuminato da una sorgete led posizionata sotto il piano in un punto invisibile che genera una sofisticata alternanza di luci e ombre. Perfetta per giardini, bordi piscina e spazi all’aperto in genere aggiunge convivialità ad ogni luogo radunando attorno alla luce persone che vogliono incontrarsi, parlarsi, condividere momenti di relax e svago.

luci5.jpg

Confermare l'azione

Sei sicuro di voler eseguire questa azione?

Conferma